Aromaterapia: cos’è

L’Aromaterapia è un trattamento olistico dedicato al benessere psicofisico della persona. L’Aromaterapia si avvale dell’uso degli olii essenziali e grazie a questi è in grado di infondere benefici sulla salute fisica e sulla psiche delle persone (emozioni).

Gli oli essenziali vengono qui usati per massaggi rilassanti o funzionali, per fare i vapori e per diverse finalità (decongestionare, rilassare, meditare, concentrare, ricordare).

Gli oli essenziali si distinguono in 3 categorie: oli essenziali di testa, di cuore e di base.

Gli oli essenziali di testa sono tendenzialmente quelli agrumati, ricavati quindi dalle bucce degli agrumi ed estratti tramite spremitura a freddo (sono: arancio amaro, arancio dolce, limone, bergamotto, mandarino, pompelmo, cedro, citronella/lemongrass, eucalipto). Questi vengono usati tendenzialmente per far volare la mente, liberarla dai continui pensieri ed innalzarla ad un livello superiore per favorire la concentrazione, le capacità intellettuali e la meditazione;

Gli oli essenziali di cuore sono invece note tipicamente fiorite. Vengono ricavati tramite estrazione in corrente di vapore dei fiori, foglie e fusti delle piante. Questo gruppo si colloca a metà strada tra gli oli essenziali di testa e di base. Sono quindi indicati per facilitare il ritrovo con le proprie emozioni e per collegarsi ad esse, aiutano ad ascoltarsi e a sentire ciò che proviamo per noi o per il resto del mondo. Sono inoltre fragranze riequilibranti di cui fanno principalmente parte l’olio essenziale di rosa, gelsomino, lavanda, camomilla, geranio, ylang ylang, achillea, melissa, maggiorana, menta, salvia e vaniglia.

Infine vi sono gli oli essenziali di base che sono invece ricavati dalle parti più legnose e dure delle piante cioè radici e cortecce. Questi richiamano la terra ed il contatto con essa, quindi sono principalmente indicati per radicalizzare la persona, riportarla sul pianto terreno infondendo equilibrio e rilassamento. Agiscono molto bene sul piano fisico calmando, stabilizzando e riequilibrando la persona che ne fa uso.
Anche questi vengono estratti tramite corrente di vapore e rientrano in questa categoria gli oli essenziali di pino, cannella, mirra, tea tree, basilico, cipresso, chiodi di garofano, patchouli, timo, rosmarino e muschio.

Aromaterapia: come e quando utilizzarla

Gli oli essenziali come anticipato, possono essere usati puri o diluiti in acqua, creme o oli per massaggi rilassanti, in sale o miele per pediluvi, bagni, inalazioni ecc…

L’aromaterapia è utilizzata nella saune, nei bagni turchi e nei massaggi. Ogni olio essenziale ha proprietà terapeutiche particolari e quindi il suo utilizzo deve essere consapevole e non a casaccio. Questo dono della natura non è del tutto innocuo, e se non viene sapientemente usato può rischiare di danneggiare la persona.

In particolare nel consigliare l’uso dell’aromaterapia per fare un massaggio, dobbiamo prima essere certi che la persona non sia allergica alla pianta utilizzata per produrre l’olio, in quanto potremmo rischiare di avere reazioni allergiche piuttosto pesanti, ecco perché personalmente consiglio di versare 3-4 gocce di olio essenziale puro (non stiamo parlando di essenze commerciali con elementi chimici all’interno, ma di oli essenziali puri) sulla piega del braccio e lasciare a riposo per 15 min, se dopo questo tempo non si è verificata nessuna reazione strana, possiamo utilizzare quell’olio per il massaggio, per il pediluvio, per il semicupio o per il bagno (attenzione in ogni caso a non esporsi mai al sole se abbiamo utilizzato un olio essenziale sulla cute, aspettare almeno un’ora).

Gli oli essenziali possono essere inoltre adoperati per risolvere problematiche fisiche quali problemi digestivi, infezioni, influenze, virus, batteri, funghi, cistiti ecc… Va considerato però che anche l’ingestione degli oli essenziali deve assolutamente essere controllata, non bisogna mai fare di testa propria ed avvalersi sempre del consiglio di un esperto o del parere del proprio medico curante. Questo perché gli oli essenziali hanno proprietà benefiche forti, ossia possono essere balsamici, espettoranti, digestivi, carminativi, disinfettanti, antimicrobici, antifungini, antivirali, antibatterici, ipoglicemizzanti ed ipotensivi. Durante l’ingestione vengono a contatto con le mucose che sono molto delicate e dato anche il potere “erosivo” degli oli, dobbiamo stare molto attenti nelle dosi e avere riguardo della situazione fisica della persona che vuole usarli (non vanno ingeriti per esempio se abbiamo una mucosa molto infiammata).

Non tutti gli oli essenziali inoltre sono commestibili, questo deve essere esplicitamente riportato sulla confezione dove verrà inoltre indicata anche la posologia di assunzione. Prestata questa cortezza e dopo essere certi di non avere nessuna forma allergica verso la pianta utilizzata per la produzione dell’olio, allora possiamo utilizzare questo fantastico dono della natura, per trattare disturbi che molto spesso non riusciamo a debellare con i metodi tradizionali. Sono quindi utilizzati per aiutare la digestione, per espellere i gas intestinali, per calmare la tosse o combattere virus ed influenze, per disinfettare l’intestino, per abbassare il livello di zuccheri nel sangue, per combattere cistiti e candida, contrastare alitosi e fermentazioni intestinali, depurare e rimuovere i liquidi, pulire il sangue, ecc…

Altra importante funzione dell’Aromaterapia è il suo potere rilassante. In base alla scelta dell’olio riceveremo quindi un beneficio specifico. Molte volte l’aromaterapia è usata nelle saune e bagni turchi perchè oltre ad avere proprietà benefiche su pelle e sull’apparato respiratorio (ricordo che gli oli essenziali purificano l’aria per il 90% dei batteri e virus ed inoltre stimolano la produzione delle secrezioni interne idonee per una buona funzionalità organica dei polmoni e non solo), agiscono molto bene sulla nostra parte psichica. Gli oli essenziali sono infatti in grado di rievocare ricordi, di liberare la mente e farla volare altrove per concedere libertà e distensione emotiva.

Le varie fragranze mandano un messaggio al cervello attraverso le innumerevoli terminazioni nervose che si trovano all’interno delle cavità nasali.

L’Aromaterapia è molto indicata per problematiche quali insonnia, agitazione, nervosismo, depressione, stress, irascibilità, frustrazione, tormento, cattiveria, ecc… ma si può usare anche per stimolare la concentrazione, migliorare le funzionalità intellettuali e cognitive, per la memoria, per la meditazione, per la preghiera e per tutte le attività che richiedono uno stato di profonda sedazione o concentrazione.

Sulla pelle gli oli essenziali hanno proprietà emollienti, disinfettanti ed antinfiammatorie.

Possiamo infatti utilizzare gli oli sia puri (accortezza nella quantità) che diluiti (per massaggi, bagni, semicupi e pediluvi). Possiamo avvalerci dei loro benefici per contrastare eruzioni cutanee negative quali verruche, funghi, o tutto quello che può essere di natura virale (molta attenzione che gli oli essenziali vanno applicati solo su cute intatta e non su lacerazioni o su parti dove l’epidermide non sia integra. Sulle ferite possono causare maggior irritazione e sicuramente bruciore). Possiamo anche fare semicupi con oli essenziali scelti per contrastare cistiti, candide o comunque disinfettare bene le zone intime (genitali ed ano). In questo caso quando vogliamo utilizzare gli oli essenziali nell’acqua dobbiamo sapere che essendo su base oleosa, questi non riusciranno mai a mescolarsi bene e quindi non vanno versati puri ma diluiti attraverso un vettore che può essere un sale o un miele.

Se vuoi avere maggiori informazioni su questo articolo o sull’uso di un particolare olio essenziale per un eventuale uso terapeutico contattaci e saremo lieti di aiutarti!

Pin It on Pinterest