Ecco una domanda che mi pongono molti dei miei pazienti!

La risposta è molto semplice ed è sì! 

Prima di darti delle dritte sul gelato vorrei fare alcune considerazioni che spero leggerai prima di catapultarti alle mie segretissime ricette!

Non voglio tediarti con le classiche risposte alle domande “ma il gelato può essere utilizzato al posto di un pasto?” “ma quante calorie ha un gelato?” “qual è la composizione nutrizionale del gelato?”… ci sono tantissimi articoli e post on line che già rispondono a questi quesiti.

La prima considerazione che voglio fare riguarda la qualità. Acquistare il gelato in gelateria non è necessariamente sinonimo di qualità: le gelaterie artigianali sono sempre meno e sempre più invece sono le catene che utilizzano semilavorati (anche per garantire l’omogeneità del prodotto in qualsiasi punto vendita) e che producono un gelato molto lontano dal vero gelato artigianale.

E a volte con le gelaterie artigianali non va molto meglio: colori accesi che ricordano le tempere ad acqua, sciroppi che colano per dare un gusto più dolce ed intenso per accontentare palati che si sono abituati a preparati sempre più industriali… Trovare un gelato fatto solo con ingredienti e materie prime di qualità è una missione degna di Ethan Hunt di Mission Impossible!

E che il gelato sia o meno di qualità quello che è sicuro è che si paga a peso d’oro! Secondo una indagine di Altroconsumo in Italia il prezzo di una coppetta piccola (1 pallina) va da 1,30 a 2,70 euro mentre il prezzo al kg varia dai 12€ ai 25€!

Quello a cui penso è che spesso quando inserisco il pesce nelle diete mi si obbietta che “costa troppo”, ma a voler essere pignoli il pesce pescato locale, almeno qui vicino alla Laguna, ha prezzi al kg che variano da un terzo ad un quinto rispetto al gelato…

Eppure al pesce si può rinunciare, al gelato no!

A questo punto mi dirai… ok Nadia che sei una nutrizionista, ma proprio tutti i piaceri della vita ci vuoi togliere?

Certo che no! Ecco perché ti presento qualche ricette per preparare sorbetti e gelati fatti in casa ad un costo variabile tra i 3 e 6 € al kg, con soli ingredienti semplici.

GELATO DI BANANA E GOCCE DI CIOCCOLATO FONDENTE

Metti in congelatore 2 banane intere per almeno due ore. Una volta che saranno indurite sbucciale e tagliale a pezzi in un frullatore potente, aggiungi 30 ml di latte di cocco e frulla tutto. Mescola al composto 2 cucchiaini di gocce di cioccolato fondente e versa il tutto in un recipiente adatto al congelatore (oppure in vasetti dello yogurt ben lavati per ottenere dei mono porzione). Lascia riposare almeno un paio d’ore in congelatore e poi gustalo!

Consiglio sempre di congelare parzialmente prima la frutta per evitare che il composto frullato poi si separi in una parte più acquosa e una più solida!

GELATO DI AVOCADO, COCCO E CACAO

Prendi la polpa di un avocado maturo e mettila nel frullatore, aggiungi un cucchiaino di cacao amaro in polvere, due cucchiaini di farina di cocco e due cucchiai di latte di cocco. Frulla tutto e versa il composto in un recipiente adatto al congelatore. Lascia riposare in congelatore per almeno due ore. Guarnisci con scaglie di cocco essiccato.

GELATO PERE E RICOTTA

Metti in congelatore due pere pulite (togli la buccia, i semi e il piccolo) per almeno due ore. Poi tagliale a pezzi e mettile nel frullatore insieme a 50 g di ricotta e due cucchiai di latte intero (se non lo puoi assumere puoi optare per una bevanda vegetale a piacere, ma senza zuccheri aggiunti). Frulla tutto e metti il composto in apposito recipiente per congelatore. Lascia riposare in congelatore per almeno due ore. Puoi servirlo con granella di noci o un filo di miele!

GELATO AI FRUTTI DI BOSCO

Metti in congelatore per almeno due ore circa 300 g dei frutti di bosco che preferisci (a me piacciono molto i mirtilli e i lamponi). Mettili poi nel frullatore insieme a 50 ml di latte di cocco (oppure di avena o altro latte vegetale) e frulla tutto. Come per le altre ricette versa il composto in un contenitore adatto e riponilo in freezer per almeno due ore. Puoi servire con qualche mirtillo fresco. Questa ricetta puoi farla anche con yogurt intero o yogurt greco intero se non sei intollerante e se la tua dieta lo prevede!

GRANITA LIME E MENTA AL VOLO

Spremi 4 lime in un bicchiere, aggiungi 5/6 foglie di menta e pesta il tutto, quindi filtra il succo ottenuto. Usa un frullatore adatto a tritare il ghiaccio. Prendi due bicchieri di cubetti di ghiaccio e mettili nel frullatore: trita fino a raggiungere la consistenza che più ti piace. Versa il succo filtrato, mescola bene e servi in bicchiere con una foglia di menta e uno spicchio di lime.

Puoi partire da queste ricette e variare le tipologie di frutta coinvolte per ottenere uno spuntino che conserva tutte le fibre delle frutta e non ha aggiunta di zuccheri!

Se hai gli stampini per ghiaccioli puoi usarli per tutte le preparazioni, otterrai dei monoporzione con stecco molto pratici anche per i bambini.

E se proprio sei super goloso… fondi a bagnomaria del cioccolato extra fondente e rivesti lo stampino riponendolo poi in congelatore per una decina di minuti prima di versarci il composto che hai scelto… però solo una volta ogni tanto!

Segui la pagina Facebook e resta sempre aggiornato con tutte le ricette e i contenuti riguardanti dieta e salute!

 

 

Pin It on Pinterest