L’iperidrosi è una condizione nella quale l’individuo produce una quantità di sudore maggiore alla norma e si tratta di uno squilibrio causato dal malfunzionamento del sistema nervoso simpatico.

La produzione di sudore da parte del nostro corpo è molto importante: ci aiuta infatti a gestire la temperatura corporea. Tuttavia in alcune persone questo meccanismo è iperattivo, tendendo quindi a sudare molto più di quanto sia necessario per regolare la temperatura corporea e senza alcuno stimolo esterno (ansia, calore, nervosismo, ecc.).

Quali disagi causa l’iperidrosi?

Nei casi di iperidrosi la sudorazione eccessiva affligge l’individuo praticamente sempre, anche quando si sta rilassando ad una temperatura fresca. La sudorazione può essere così grave infatti da dove richiedere un frequente cambio d’abiti durante l’arco della giornata. Può quindi creare imbarazzo e indurre ansia. Il problema infatti non è solo igienico o cosmetico, l’iperidrosi ha anche delle conseguenze sociali ed occupazionali reali, che vanno ad esempio dalla stretta di mano imbarazzante alla difficoltà nel far presa su uno sterzo a causa delle mani scivolose. Può distruggere diversi aspetti della vita di una persona, dalle scelte per la carriera lavorativa creative alle relazioni interpersonali, può causare disagio nello stare bene con se stessi e nell’immagine che sia di se stessi.

naturalmente-erboristeria-iperidrosi

L’iperidrosi è una condizione che affligge circa il 3% della popolazione mondiale ma a causa della mancanza di conoscenza di questa patologia, gran parte di queste persone non hanno mai ricevuto una diagnosi né un trattamento per il loro sintomi.

Tipologie di iperidrosi

Esistono diversi tipi di iperidrosi. L’iperidrosi puoi fatti colpire una parte specifica del corpo, oppure tutto il corpo.  Mani, piedi, ascelle e inguine sono le aree generalmente più colpite dall’iperidrosi.

Nell'immagine si possono vedere le aree di distribuzione delle ghiandole sudoripare

Nell’immagine si possono vedere le aree di distribuzione delle ghiandole sudoripare

Esistono perciò diversi tipi di iperidrosi, che non si escludono a vicenda:

  • Iperidrosi generale. È una condizione nella quale l’eccessiva sudorazione avviene attraverso tutto il corpo e non è limitata ad una porzione specifica di esso. Questo tipo di iperidrosi può spesso essere secondario a qualche altra patologia.
  • Iperidrosi palmare. Il è il termine medico che identifica la sudorazione eccessiva a livello del palmo delle mani, il più comune tra tutti i tipi di iperidrosi. Le persone che soffrono di questa condizione sudano principalmente dalle mani e questa è probabilmente la condizione socialmente più imbarazzante e scomoda soprattutto per le interazioni sociali, immaginatela difficoltà nello stringere una mano durante una presentazione.
  • Iperidrosi plantare. La sudorazione avviene principalmente tramite i piedi. Questa condizione è la più facile da nascondere grazie ai calzini e alle scarpe, ma è comunque una condizione difficile da trattare in quanto può causare scivolamento del piede e formazione di piaghe.
  • Iperidrosi ascellare. In questo caso la sudorazione eccessiva avviene principalmente attraverso le ascelle. Le ascelle hanno la più alta concentrazione di ghiandole sudoripare dell’intero corpo e la maggior parte delle persone suda parecchio attraverso quest’area soprattutto facendo attività fisica. Le persone affette da iperidrosi ascellare sudano dalle ascelle anche quando non hanno ricevuto alcuno stimolo, per esempio uno stimolo da ansia di agitazione o di calore. Generalmente le persone affette da iperidrosi ascellare mostrano delle pezze bagnate sulle loro magliette e per questo motivo possono essere particolarmente nervose nelle situazioni di gruppo o di incontro sociale.
  • Iperidrosi facciale. Come dice il nome questo è una situazione nella quale a sudare sono principalmente la testa e il volto. Questo tipo di iperidrosi può essere molto imbarazzante soprattutto negli eventi sociali in quanto è difficile da nascondere. L’eccessiva sudorazione attraverso il viso può spesso essere associata a nervosismo, sforzi fisici o condizioni di malattia e può causare un danno alla vita sociale di chi ne è affetto.
  • Iperidrosi del tronco. E’ la terminologia medica che identifica l’eccessiva sudorazione che avviene a livello dell’inguine, delle natiche, della vagina e delle cosce. Questo tipo di iperidrosi nonostante venga normalmente nascosta si rivela molto scomoda e in alcuni casi può portare ad infezioni fungine dal momento che queste aree impiegano più tempo ad asciugarsi in quanto sempre coperte.

 

Le cause dell’iperidrosi.

Le cause dell’iperidrosi possono essere molteplici e possono presentarsi singolarmente o tutte insieme.

La genetica

L’iperidrosi primaria generalmente compare durante l’adolescenza o anche prima, e sembra essere ereditata geneticamente. Si pensa che l’ereditarietà avvenga attraverso un meccanismo autosomico dominante, il che significa che se un genitore soffre di iperidrosi ha il 50% di possibilità di trasmetterla al figlio. Tuttavia non tutti gli individui che hanno il gene presentano i sintomi del iperidrosi. Si crede che almeno un 5% della popolazione abbia il gene per l’iperidrosi, mentre solo il 3% ne mostra i sintomi. Questo potrebbe anche spiegare il fatto che individui che apparentemente non soffrono di iperidrosi possano invece far ereditare tale condizione alla loro prole.

Condizioni patologiche nascoste

L’iperidrosi può anche essere causata da alcune patologie nascoste come per esempio disordini della tiroide o della ghiandola pituitaria, il diabete mellito, tumori, gotta, menopausa, utilizzo di droghe o avvelenamento da mercurio. L’intera lista delle cause non è attualmente conosciuta. Questo tipo di iperidrosi viene chiamata iperidrosi secondaria e può iniziare in ogni momento della vita, specialmente in età adulta.

Iperattività del sistema simpatico e altri stimoli

C’è anche chi pensa che l’iperidrosi possa essere causata da un iperattività del sistema simpatico. Nervosismo o eccitazione possono esacerbare la situazione. Anche altri fattori giocano un ruolo importante: alcuni cibi e bevande, la nicotina, la caffeina, e anche alcune odori.

Anche se spesso banalizzata, l’iperidrosi può avere un impatto molto pesante sulla qualità della vita. Seppur vero che si tratta di una patologia che non uccide e non rende inabili, questa condizione può tuttavia diminuire considerevolmente la capacità dell’individuo di vivere una vita di qualità sia socialmente, sia psicologicamente che fisicamente.

L’impatto sociale dell’iperidrosi.

Le persone affette da iperidrosi, specialmente quelle persone che soffrono di ipersudorazione in parti del corpo che non possono essere nascoste dai vestiti, spesso soffrono di imbarazzo nelle interazioni sociali, minor confidenza e perdita di autostima.
Pensiamo per esempio ad un gesto banale come quello di stringere una mano: l’individuo affetto da iperidrosi palmare può trovare scoraggiante questo gesto sia nell’ambito conviviale sia nell’ambito lavorativo e la sua incertezza può essere percepita come freddezza oppure anche come un segno di nervosismo.
I pazienti affetti da iperidrosi devono inoltre spesso considerare la scelta dei vestiti. Molti pazienti infatti evitano di vestirsi con colori pastello o leggeri perché sanno di macchiare i vestiti. Questa condizione può quindi essere anche percepita come una mancanza di igiene.
La ripercussione peggiore che si ha sulla qualità della vita riguarda la sfera psicologica. La condizione di iperidrosi può sfociare in una diminuzione della propria autostima, in frustrazione, e anche in depressione.
Per questi motivi è molto importante che le persone affette da questa condizione sappiano come poter migliorare la situazione con degli accorgimenti nutrizionali e anche attraverso la fitoterapia.

Un esempio delle problematiche e del disagio che possono essere causati dall'iperidrosi

Un esempio delle problematiche e del disagio che possono essere causati dall’iperidrosi

Come sudiamo

La sudorazione, chiamata anche traspirazione, non è altro che il rilascio di un liquido salato attraverso le ghiandole sudoripare del corpo. Il sudore è un importante meccanismo che serve a proteggere il corpo dal surriscaldamento. L’evaporazione del sudore dalla superficie della pelle raffredda l’organismo e permette al corpo di mantenere la sua temperatura.

La struttura di una ghiandola sudoripara

La struttura di una ghiandola sudoripara

Il sudore viene rilasciato attraverso ghiandole sudoripare distribuite su tutta la superficie del corpo, si stima che il corpo umano abbia da 2 a 4 milioni di ghiandole sudoripare.

Quanto si suda dipende innanzitutto da quante ghiandole sudoripare si hanno. Il numero delle ghiandole e variabili da 2 a 4 milioni, che cominciano ad essere completamente attive durante la pubertà. Le donne tendono ad avere un maggior numero di ghiandole sudoripare rispetto agli uomini, ma quelli degli uomini sono più attive.
L’operazione è controllata dal sistema nervoso autonomo, una parte del sistema nervoso che non può essere sotto il nostro controllo. Dal momento che la sudorazione è il modo naturale di regolare la temperatura del nostro corpo, le persone sudano maggiormente quando l’ambiente è caldo. Si tende a sudare di più anche in quando si svolgono esercizi fisici, oppure risposta a situazioni che ci rendono nervosi, arrabbiati, imbarazzati, o impauriti.

Gli stimoli che possono portare sudorazione sono vari ed includono:

  • Stimoli da parte del cervello che indicano che il corpo è troppo caldo
  • Ormoni
  • Emozioni
  • Attività fisica o esercizio

Nel nostro corpo sono presenti due tipi di ghiandole sudoripare: le ghiandole eccrine e le ghiandole apocrine.

La maggior parte di queste ghiandole sono ghiandole sudoripare eccrine e si trovano in gran numero sui palmi delle mani, i palmi dei piedi, sulla fronte, sulle guance e nelle ascelle. Secernono un fluido chiaro e inodore che aiuta il corpo a mantenere la sua temperatura promuovendo la perdita di calore attraverso l’evaporazione. In linea di massima questo è il tipo di ghiandola coinvolto nell’iperidrosi.

L’altro tipo di ghiandola sudoripara e chiamata ghiandola apocrina. Le ghiandole apocrine si trovano nelle ascelle e nella regione genitale. Secernono un fluido denso che quando entra in contatto con batteri sulla superficie della pelle produce il cosiddetto odore del corpo che può essere più o meno forte.

Nelle persone che soffrono di sudorazione eccessiva o iperidrosi, le ghiandole sudoripare, in particolare le ghiandole eccrine, sono generalmente iperattive e reagiscono in maniera esagerata agli stimoli, producendo più sudore di quello che è necessario. Si dice spesso che le persone che soffrono di iperidrosi hanno ghiandole sempre accese.

Come migliorare la propria condizione se affetti da iperidrosi

L’iperidrosi non è una patologia curabile, ma è trattabile: sia dal punto di vista nutrizionale, sia avvalendosi dell’aiuto di piante medicinali e di preparati erboristici.

  • In questo articolo potrai trovare i consigli nutrizionali in caso di iperidrosi
  • In questo articolo potrai trovare i consigli fitoterapici per migliorare i sintomi dell’iperidrosi
  • In questo articolo potrai trovare i consigli fitoterapici per migliorare l’odore della sudorazione

Pin It on Pinterest