Solo ieri è stata la festa della Donna (ma diciamocelo, la festa della Donna è in realtà tutti i giorni!) e già sta per arrivare un’altra festa molto importante per la famiglia: la Festa del Papà!

Ormai la maggior parte delle feste sono diventate commerciali, quindi ti posso anche capire se vuoi tirare dritto e far finta di nulla e sbrigartela con degli auguri frettolosi…

MA… c’è sempre un MA!

Da tempo sto riflettendo su come siano cambiati i rapporti interpersonali e le relazioni negli ultimi anni: lo vedo con gli amici, con i conoscenti, con i parenti, con i miei pazienti, con i miei clienti…

Sono sicura che questi cambiamenti li avrai notati anche tu!

Siamo presi dalla frenesia delle giornate, dai carichi di lavoro e di responsabilità.

A volte ti sarai sentito anche tu come me: non vedi l’ora che arrivi sera per andare a dormire (e poi magari dormi pure male). Hai tremila impegni da incastrare e non ti restano le forze e le energie per dire “grazie” o semplicemente “ti voglio bene” alle persone che ti circondano. Sei talmente stressato sul lavoro che quando torni a casa riversi la tua ansia e le tue angosce sui familiari e si crea purtroppo un clima di tensione che rende difficile vivere bene a casa.

Forse anche tu come me, presa dal susseguirsi delle giornate e degli impegni, arrivi a dare per scontate alcune relazioni e amicizie che sono sempre state accanto a te. Abbiamo perso il senso di coltivare i rapporti. Abbiamo perso la capacità di dialogo, perché spesso quando rientriamo a casa non abbiamo più voglia di parlare né tanto meno di ascoltare.

Ma le cose possono cambiare, partendo dai piccoli gesti e da brevi frasi. Un “ti voglio bene” o un “ti amo” detti una volta di più, una piccola accortezza nei confronti dell’altro, un piccolo segnale di apertura che puoi dare alle persone che per te sono importanti.

Il senso della Festa lo facciamo noi!

E quando dici “bah, non prendo nulla che tanto è solo una festa commerciale” chiediti se è davvero questo il punto.

Oppure chiediti se la vuoi come scusa perché non hai tempo neanche di fermarti a pensare che cosa puoi fare per l’altro. Non hai tempo di pensare, non hai tempo di organizzare, non hai tempo per fermarti nel suo negozio preferito, e quale scusa migliore di “è una festa commerciale” può giustificarti?

Ti dirò una cosa: OGNI FESTA E’ COMMERCIALE, tutte le Feste lo sono sempre state, non è una cosa che sia cambiata negli ultimi anni. Semplicemente ora sei tu a non dare più senso alla Festa!

Se davvero per te è solo una festa commerciale ricorda che puoi sempre:

  • prenderti del tempo per scrivere un biglietto di auguri per il tuo papà o per il tuo compagno o marito che è anche padre
  • organizzare una colazione diversa dal solito
  • organizzare una gita fuori porta speciale con la famiglia
  • organizzare una cena in cui esprimi la tua attenzione per l’altro

Come vedi sono tante le cose che puoi fare senza dover per forza comprare un regalo!

Ma se proprio vuoi anche fare un pensierino diverso dal solito, un regalo di benessere che ricordi al papà che anche lui ha un ruolo importante che non va mai dimenticato, allora noi ti diamo una mano!

Scarica qui il buono sconto per il tuo regalo per la Festa del Papà! 

 

Pin It on Pinterest