Naturale o biologico? Naturale è biologico? Ma cosa sono davvero il naturale e il biologico?

Queste sono 3 semplici domande che creano però molta confusione nel cliente che si approccia all’utilizzo di prodotti (siano essi alimentari o cosmetici) adatti alla cura salutare della propria persona. Diventa perciò fondamentale fare chiarezza, soprattutto in un’epoca come la nostra i cui sembra che il naturale e il biologico si trovino davvero ovunque. E questo diventa ancor più importante quando si parla di cosmetici, per capire la differenza sostanziale tra un prodotto definito “naturale” che possiamo trovare sugli scaffali del supermercato a buon prezzo e un prodotto che acquistiamo in erboristeria ad un prezzo maggiore.

La percezione

Partendo dalle basi dobbiamo chiederci quali requisiti debba possedere un cosmetico per essere percepito come “naturale”. Ci viene in aiuto una ricerca Alias di Marzo del 2016 di cui analizziamo qui alcune domande salienti.

naturalmente-erboristeria-cosmetici-naturale-biologico

Da questa prima immagine si capisce come vi sia una profonda confusione nella definizione di ciò che è naturale. Il 48% delle persone intervistate associa infatti il “naturale” alla presenza di una certificazione di prodotto biologico, spesso confondendo le due cose o addirittura pensando che un prodotto definito “naturale” sia per forza biologico. E’ inoltre importante sottolineare come per la maggior parte il prodotto “naturale” venga definito più attraverso le cose che non deve contenere (derivati del petrolio, parabeni, conservanti, ecc.) invece che attraverso i suoi effettivi ingredienti. Questo significa anche che un prodotto pubblicizzato come “non contenente parabeni” viene magari percepito come più naturale di un prodotto che contiene attivi vegetali, ma che non riporta chiaramente la dicitura “senza …”.

Il problema fondamentale è dunque un abuso di terminologia, in quanto il cosmetico naturale non ha, ad oggi, una regolamentazione. Il termine “naturale” viene perciò utilizzato spesso e volentieri impropriamente dalle aziende, in quanto si è notato che esso funge da notevole leva di marketing. Per questo motivo il prodotto definito “naturale” lo possiamo trovare ovunque: al supermercato come in farmacia, in profumeria come in erboristeria, nel centro estetico come dal parrucchiere. Ma siamo davvero certi quando acquistiamo un prodotto a basso prezzo definito “naturale” al supermercato che esso lo sia davvero?

naturalmente-erboristeria-cosmetici-naturale-biologico2

In questa seconda immagine possiamo inoltre vedere come vi sia una differenza nella percezione tra uomo e donna. Contrariamente a ciò che si può pensare, l’uomo riserva più attenzione all’ingrediente specifico presente nel prodotto e alla sua effettiva naturalità, con meno attenzione al claim salutistico del “senza è meglio”.

La valutazione del prodotto

Alla luce di questa introduzione, diventa di fondamentale importanza per il consumatore effettuare una scelta ragionata nell’acquisto. Non è sempre facile, purtroppo. La difficoltà nella scelta del prodotto sta innanzitutto nel canale scelto per l’acquisto.

erboristera-naturalmente-luogo-acquisto

Da questa immagine possiamo, infatti, vedere come i luoghi d’acquisto per i cosmetici naturali siano prevalentemente negozi monomarca, catene specializzate e supermercati, mentre risultano tra i meno frequentati proprio i negozi che trattano solo il naturale (negozio bio, erboristerie).

Questa situazione ci da un’idea del fatto che conti a tutt’oggi più la presentazione del prodotto, il suo presunto claim salutistico, la pubblicità e il marketing fatto anche attraverso il marketing e il confezionamento, che non la garanzia che il prodotto sia effettivamente naturale o adatto alle proprie esigenze. Il servizio personalizzato di consulenza si ha infatti solo nelle erboristerie, profumerie e farmacie. Solo in questi punti vendita è quindi possibile avere un consulente con cui discutere delle proprie necessità, verificare insieme gli inci (non solo per verificare gli ingredienti del prodotto, ma anche per eventuali intolleranze ed allergie) ed effettuare quindi un acquisto consapevole.

naturalmente-erboristeria-importanza-consulenza

I prodotti cosmetici: Convenzionali, Naturali, Biologici & Naturali

La formula di un prodotto cosmetico è come la maionese: acqua, olio e un emulsionate. Cosa contiene quindi un cosmetico?

naturalmente-erboristeria-cosa-contengono-cosmetici

Alla base della piramide troviamo le due materie prime: acqua e parte grassa. A seconda della quantità di burro o di olio la formula del cosmetico sarà più o meno grassa. Gli emulsionanti, detti anche tensioattivi, sono quelle componenti che permettono all’olio e all’acqua di mescolarsi, cosa che in natura non è possibile senza un aiuto.

I conservanti sono una parte necessaria della formulazione. Tutte le creme ed i cosmetici che contengono acqua necessitano anche di un conservante per evitare lo sviluppo di muffe e la proliferazione batterica. La presenza del conservante è molto importante per garantire che il cosmetico non risulti nocivo e/o dannoso per la nostra pelle! Solo i burri puri e gli oli puri non hanno bisogno di conservanti in quanto non contengono acqua.

I coloranti spesso non sono necessari, mentre, come si può vedere, gli attivi presenti costituiscono solo una piccola parte dell’intera formulazione.

Differenze tra i vari tipi di cosmetico

I Cosmetici Convenzionali: rappresentano l’80% dei prodotti sul mercato: sono facilmente reperibili nella grande distribuzione (mass market), nelle profumerie e nelle farmacie. La loro formula è costituita per lo più da ingredienti chimici e di sintesi.

I Cosmetici Naturali: rappresentano una quota di mercato in crescita: sono disponibili nelle erboristeria, nei negozi specializzati e in alcune farmacie. La loro formula è costituita per lo più da ingredienti di derivazione naturale.

I Cosmetici Biologi & Naturali: necessitano di un marchio di certificazione bio: sono disponibili nelle erboristerie, nei negozi specializzati e in alcune farmacie. La loro formula deve rispondere a una documentazione precisa che impone una serie di criteri riguardo all’utilizzo delle materie prime e al loro impatto sull’ambiente.

naturalmente-erboristeria-dove-cosmetici-naturali

Il punto fondamentale è che mentre di può definire “naturale” il prodotto che contiene lo 0.00001% di naturale, per definire un prodotto “biologico” bisogna rispondere ad uno specifico iter di documentazione! Questo è anche il motivo perché oramai siamo circondati da prodotti “naturali” anche tra gli scaffali del supermercato.

La differenza sostanziale tra un cosmetico e un fitocosmetico risiede nella formula e negli ingredienti utilizzati.

naturalmente-erboristeria-differenza-fitocosmetico

Il Cosmetico Biologico

I Cosmetici Biologici rispondono ad una legislazione che impone l’impiego di un minimo di ingredienti provenienti da agricoltura biologica: queste documentazioni vietano la maggior parte degli ingredienti di sintesi o controversi per la salute.

Le fasi di produzione e la confezione del prodotto devono essere rispettose dell’ambiente e non possono contenere plastiche o materiali poco ecologici. Ad oggi esistono diversi marchi di certificazione BIO, ma la regolamentazione varia, creando disorientamento e insicurezza nel consumatore.

Nella nostra Erboristeria i prodotti biologici hanno certificazione COSMOS ORGANIC.

Entrato in vigore nel settembre 2009 è il risultato di un lungo percorso di studio e condivisione che ha permesso ai principali certificatori Europei – Ecocert e Cosmebio (Francia), Bidh (Germania), Soil Association (Regno Unito), Icea (Italaia) – di stabilire e uniformare in Europa le caratteristiche dei cosmetici biologici e naturali.

La Certificazione COSMOS ORGANIC prevede che:

  • il 95% degli ingredienti sia di origine vegetale
  • il 20% degli ingredienti provenga dall’agricoltura biologica per i prodotti non a risciacquo
  • il 10% degli ingredienti provenga dall’agricoltura biologica per i prodotti a risciacquo
  • E’ obbligatorio indicare sul pack della confezione la somma in percentuale delle porzioni biologiche e naturali
  • E’ obbligatorio il rispetto dei requisiti ambientali, animalisti e l’utilizzo dei principi della chimica verde

Se vi chiedete come mai le percentuali degli ingredienti che devono provenire da agricoltura biologica siano così basse… la risposta è semplice! Perché nei cosmetici anche biologici l’ingrediente principale è l’acqua per la quale non esiste una certificazione di biologico.

Concludendo

Utilizzare il “naturale” può far bene a noi e al nostro pianeta, solo se comprendiamo davvero cosa vuol dire naturale e ci responsabilizziamo negli acquisti.

Il marketing del naturale è assai feroce, sta a noi avere l’accortezza di:

  • Scegliere il canale di vendita più adeguato 
  • Chiedere la consulenza per le nostre esigenze
  • Valutare con la consulente il prodotto che si intende acquistare

 

Presso la nostra Erboristeria trovi solo prodotti naturali e per la maggior parte con certificazione biologica!

 

Pin It on Pinterest